ALOE VERA

CHE COS’E’?

L’Aloe vera è una pianta che appartiene alla famiglia delle Asphodelaceae: si tratta di una pianta succulenta perenne, che può raggiungere 1,3 m di altezza e che ha una base di circa 1 m.

Aloe Vera: come depurarsi in primavera - Dott. Silvia Calzolari

L’Aloe vera si caratterizza per foglie lanceolate e disposte a rosetta, che possono raggiungere la lunghezza di 40-50 cm e la larghezza di 6-7 cm alla base  e che hanno tipicamente un margine dentato.

La parte superiore delle foglie di Aloe vera è concava, di colore variabile dal verde al grigio-verde; spesso è presente anche una sfumatura rossastra che, nelle piante più giovani, appare in forma di macchie.

Il margine delle foglie presenta un bordo di colore rosa pallido, su cui sono presenti delle spine di colore chiaro e aventi una lunghezza di circa 2 millimetri.

Al suo interno, la foglia di Aloe vera è formata da 3 strati:
  • il primo, il più esterno, è il tessuto epidermico, resistente e fibroso.
  • il secondo, quello intermedio, è un sottile strato di lattice ricco in aloina: il lattice è lo strato più amaro da cui si ottiene il succo di Aloe vera, conosciuto per le sue proprietà lassative.
  • il terzo è lo strato più voluminoso ed è quello contenente il gel: da questo strato, opportunamente estratto senza residui di succo, si ottiene il gel di Aloe vera, ideale e noto per le molteplici applicazioni cutanee.

Aloe vera foglie 2 kg

Per quanto riguarda l’asse fiorifero dell’Aloe vera, può innalzarsi fino a 60-90 cm di altezza e presenta al centro un’infiorescenza a racemo con asse ingrossato.

I fiori sono tipicamente di colore giallo, arancio o rosso e possono raggiungere i 3 cm di lunghezza.

Aloe vera: perché la tua pianta (non) fiorisce e cosa fare con il fiore

ORIGINE

L’Aloe vera è originaria della zona sud-orientale dell’Africa.

Si può trovare nelle aeree tropicali e subtropicali: esistono infatti almeno 350 specie di Aloe vera.

UTILIZZO

In campo erboristico, fitoterapico e cosmetico si utilizzano principalmente il succo ed il gel di Aloe vera, entrambi ottenuti dalle foglie.

I costituenti chimici presenti all’interno del succo e del gel sono differenti e questo ne determina le diverse proprietà.

  • SUCCO

Succo di Aloe Vera: i fantastici benefici e 10 motivi per berlo tutti i  giorni - greenMe

Il succo di Aloe vera si ottiene per percolazione o per estrazione dalle foglie della pianta.

Esso contiene soprattutto:

  • Antrachinoni, fra cui aloine A e B (rispettivamente note come barbaloina e isobarbaloina), aloe-emodina e alosina.
  • Flavonoidi.

Proprio per l’importante contenuto di antrachinoni, il succo di Aloe vera è dotato di potenti proprietà lassative, per cui è utilizzato per il trattamento della stitichezza occasionale.

  • GEL

Gel di Aloe Vera: usi e proprietà per pelle e capelli | Omialab

Il gel di Aloe vera si ottiene dalle foglie, che vengono dapprima private della parte esterna da cui si ricava il succo (eliminando quindi la parte di pianta contenente gli antrachinoni) e, in seguito, spremute.

Il gel, essendo molto instabile e sensibile ad ossidazione, deve essere immediatamente stabilizzato.

Ad ogni modo, al termine del processo di estrazione, si ottiene un gel contenente:

  • Acqua.
  • Mucillagini.
  • Polisaccaridi.
  • Lecitine.
  • Amminoacidi.
  • Enzimi.
  • Vitamine A, C, E, del gruppo B.
  • Minerali, quali ferro, potassio, sodio, magnesio, zinco, fosforo.
  • Acidi grassi.
  • Steroli vegetali.
  • Saponine.

Il gel di Aloe vera possiede proprietà:

  • antinfiammatorie.
  • cicatrizzanti.
  • immunostimolanti.

Pertanto, il gel di Aloe vera, opportunamente estratto e purificato, trova impiego nella preparazione di:

  • prodotti per uso orale.
  • integratori alimentari.
  • prodotti cosmetici per uso esterno: tali prodotti sono applicati direttamente sulla cute e sono indicati in caso di scottature, anche solari, irritazioni ed arrossamenti, punture di insetti, piccole lesioni, escoriazioni, arrossamenti da sudore o da sfregature.

Dermatite da Sudore